Convegno "mafia in Romagna"

 

L’intervento dei due esponenti Salvatore Calleri e Claudio (della fondazione Caponnetto), in merito

alla Mafia in Romagna si è svolto attraverso il seguente iter:

 

 

Chi era Antonino Caponnetto?


Antonino Caponnetto era un giudice toscano, che decise di tornare in Sicilia e prendere le redini della procura di Palermo per iniziare la sua lotta contro la mafia. Egli andava in giro per le scuole a parlare dell’argomento mafia e nel 92 decide di informare tutti gli studenti delle scuole italiane.

Iniziò il maxi processo, “Pull antimafa Caponnetto” (Falcone e Borsellino morti nel 92-93). L'operazione era troppo efficace quindi il pull antimafia scomparve.


L’omertà della Mafia


  • Garantire legalità e giustizia sequestrando beni

  • La grande truffa: garantire sicurezza e benestare

  • Prevenzione: conoscenza e coraggio

  • Operare violenza: simbolo di vigliaccheria e non coraggio; il coraggio è chi promulga leggi per difendere coloro che non possono difendersi.


La nascita della mafia e la sua geografia


Nasce in Sicilia nel 1861 con il nome di “cosa nostra”, a causa delle difficoltà di unità e sottovalutazione del

nuovo stato. Il sud viene “conquistato” facilmente.

  • Errore storico: mafia utile per la repubblica

  • Cosa nostra: sorta come sottostato nello stato: primo traffico= agrumi (arance e limoni)

  • Italia divisa in tre parti: Sicilia cosa nostra; Stidda (modello orizzontale:forte); Catania.

  • Calabria: Ndrangheta (forma arcaica, segue modello cellula) esistono due gruppi con sviluppo verticale.

  • Campania: Casalese (modello simile a cosa nostra). Camorra (clan in guerra fra di loro (2008 attentato), struttura disorganizzata).

  • Puglia: gruppo nato nelle carceri (anni 70-80) Sacra corona Unita.

  • Bari: Camorra barese

  • Foggia: società foggiana: evoluzione della Camorra

  • Lazio: 3 o 4 mafie: Banda della Maiana( al servizio delle mafie); Mafia Rom; Mafia Capitale( evoluzione di cosa nostra collegata alle cricche: imprenditori di alto livello che sono in accordo con le mafie)

  • Veneto: La mala del Brenta( molto violenta ma sconfitta)

  • Tecnica di aggancio: consenso popolare tramite lavoro e opportunità lavorative. La mafia non nasce nella povertà

  • Romagna, Lombardia: non c'è la mafia ma rischiano di farla inserire facilmente, sopratutto l'Emilia Romagna, Arezzo, Pistoia ecc.


Scontri tra legalità e Mafia


La mafia non era sempre “stato nello stato” ci furono anche degli scontri e volevano scavalcare il governo, è il periodo di Falcone e Borsellino che solo dopo la loro morte e la creazione del Pull di Caponnetto viene riconosciuta effettivamente la mafia.

  • Morti fra mafiosi, più di 300.000 però non sei sempre destinato a morire, non bisogna mai abbassare la guardia

  • Pene più severe per i mafiosi (forme mafiose più di 1000)

  • Anche se in europa ancora non si riconosce la mafia


Mafie straniere in Romagna


Mafia cinese, bulgara, russa.

  • Mafia straniera: non tutti gli stranieri sono mafiosi, mai cadere in errore e considerare la mafia al generale.

  • Il tessuto sociale non regge all'impatto della mafia ma si accollano.

  • Se intervengo contro la mafia, il cittadino si vergogna di dire che il territorio sia come era prima dell'arrivo della mafia

RIMINI: pullula di mafie, ci sono tantissimi gruppi, che poi andarono a S.Marino.

  • Infiltrazione calabrese: zone balneari e edilizie, discoteche e zone pubbliche.

  • Zoomafia, contrabbandieri ecc...

 

 

 

 

Mafia: farne parte: domande


In Romagna la mafia è collegata con lo stato?


Si perchè cercava appoggi politici, ma dopo la collaborazione fallisce per guerriglie, ma attualmente la politica esercita consenso alla mafia (fenomeni trasversali ai partiti).


La figura del mafioso: ci sono anche dei finti mafiosi rozzi che si organizzano con gruppi di azione, perchè da soli non riescono a realizzare i loro obbiettivi.


Ci sono delle organizzazioni contro la mafia?


A Boston sono i cittadini che promuovono e seguono la mafia, le forze d'ordine DEVONO intervenire. (DIA)


Cosa si pensa dei pentiti della mafia?


Sono utili per capire le dinamiche e di prevenzione, però molti non dicono il vero,”cosa nostra” è cambiata quindi bisogna stare attenti a ciò che dicono. (Sicilia prima legge per la stabilità dei testimoni di giustizia)


Come funziona l'entrata nell'organizzazione mafiosa?


Essi sono degli imprenditori iper-capitalisti che agiscono con i mezzi attuali come comunicazioni via internet e telecomunicazione. (film come il Padrino) e (cento passi: protagonista ucciso dalla mafia)


Che cosa può fare il cittadino contro la mafia?


Parlarne, affrontare i problema, non fidarsi sempre di internet, fare ricerche approfondite, rispettare le regole comuni, essere da esempio e consapevole del problema.

Sopratutto rispettare le leggi e cambiarle quando non sono efficienti e giuste. L'ignoranza è il terreno fertile per la mafia


Chi è vittima del pizzo che garanzie ha?


Ha l'obbligo di denunciare, ci sono delle associazioni e organizzazioni ben radicate che sono a tutela di te persona fisica, oggi si rischia poco.


Durante il periodo estivo aumentano le mafie: come fare ad arrestarle?


Non è facile fermarle in generale perchè è una zona ad altissima infiltrazione mafiosa. Ci sono mafie cinesi, russe e rom. Il riciclaggio della mafia russa non è reato. Lo stile di vita del ricco russo e del mafioso russo sono molto simili: aumentare il livello delle indagini. Commercio: tutto


Quali sono le caratteristiche che ci fanno capire che un plesso pubblico è gestito dalla mafia? La mafia trae vantaggi o svantaggi?


E difficile riconoscere una struttura mafiosa, per esempio si riconosce dal materiale utilizzato di costruzione.

I mafiosi puntano sempre ai soldi, dai quali traggono vantaggi; per tanto se si approfitta troppo della mafia, poi loro cercano di fermarti e limitare la tua potenza economica, in progressione, attraverso attentati o altri metodi per invogliarti a cessare la tua attività economica. Dunque la cosa migliore da fare è non entrare mai per nessun motivo in affari con questa realtà.


sito: antoninocaponetto.it

blog: stopmafia.blogspot.com

 

 

 

 

 

web design: madisonav.it